CINEMA > CATERNA SFORZA, LA LEONESSA DI ROMAGNA

 

 

 

 

CATERNA SFORZA, LA LEONESSA DI ROMAGNA

 

Regia: Giorgio Walter Chili

 

Italia, 1959

 

Virna Lisi, Nerio Bernardi, Raffaella Carrà, Caprice Chantal, Roy Ciccolini, Erno Crisa, Dino D'aquilio, Nazzareno D'Aquilio, Giulio Donnini

Genere: Drammatico

 

Altri Titoli: Seule contre Borgia  (FR)

 
Sceneggiatura: Cesare Meano
 

Trama del film

Melozzo da Forlì e Bartolomeo Bacci, intrattenendosi con Giovanni Ludovico de Medici, figlio di Giovanni e di Caterina Sforza, ricordano i fatti più salienti dell'avventurosa vita di quest'ultima. Il 26 dicembre 1476 Galeazzo Sforza veniva assassinato nella Chiesa di Santo Stefano; cinque anni dopo Caterina sposava il conte Girolamo Riario, duca di Imola e Forlì. Col suo retto senso della giustizia ella seppe opporsi ai metodi brutali del marito, conquistandosi l'affetto del popolo: dal loro matrimonio nacquero cinque figli. Girolamo cadde vittima di una congiura; ma Caterina con la sua abilità, riuscìa volgere in suo favore la situazione sconfiggendo gli Orsi, che della congiura erano i capi.

In seguito ella sposïò Giacomo un soldato; ma dopo sette anni un'altra congiura, alla quale s'era associato Ottaviano, il primogenito di Caterina, causò la morte di Giacomo. Il terzo marito di Caterina fu Giovanni de Medici, e da questo matrimonio, nacque Giovanni Ludovico. Avendole Cesare Borgia; proposto di far sposare a Ottaviano la di lui sorella
Lucrezia, ella rifiutò, provocando lo scoppio di una guerra; asserragliatasi nella rocca, dopo un lungo assedio, durante il quale morì Giovanni de Medici, fu sconfitta col tradimento dal Valentino. Caterina, costretta a subire le imposizioni di Cesare, è riuscita però a mettere in salvo i suoi figlioli. Ella si trova ora nel convento delle Murate ed è vicina a morire. Giovanni si precipita al convento e giunge ancora in tempo a vederla prima che esalò l'ultimo respiro